Cultura e buon cibo a cavallo fra Marche e Romagna

Pochi luoghi possono offrire il fascino di esperienze storiche e culturali come la Romagna e le Marche. Finito il percorso di golf, puoi andare alla scoperta di paesaggi naturalistici tra i più suggestivi d’Italia, il Conero e le sue bellissime spiagge meta di un turismo internazionale, borghi medievali ricchi di arte e storia e una profonda cultura religiosa custodita in antiche chiese.

Saline di Cervia

Saline di Cervia

La Salina di Cervia (RA) è un vasto parco naturale a sud del Parco Regionale del Delta del Po dove ogni anno, da fine agosto agli inizi di settembre, avviene il rito della “cavatura”, ovvero della raccolta dell’ “oro nero”, il sale dolce di Cervia, un sale integrale marino proveniente dal mare la cui caratteristica è il sapore dolce, perché costituito di cloruro di sodio purissimo.
Quest’area è anche un importantissimo luogo di valorizzazione ambientale ed ecologica, non a caso è stata inserita come Zona Umida di Importanza Internazionale nella convenzione di Ramsar e dal 1979 è Riserva Naturale dello Stato di popolamento animale.
In estate, durante le visite guidate organizzate dal Centro Visite, puoi osservare le specie animali che popolano questo territorio a piedi o in barca.

San Leo

San Leo

San Leo, nel Montefeltro (RN), è annoverato tra “I Borghi più Belli d`Italia”, ed è senza dubbio uno dei paesi medievali più belli da scoprire, per le sue caratteristiche naturali e le preziose testimonianze storiche ed artistiche.
Innanzi tutto è particolare la sua posizione, su un imponente masso roccioso con pareti a strapiombo, che ne ha fatto luogo di difesa militare. Da qui puoi godere una magnifica vista sui monti circostanti.
Nel borgo spicca l’antica fortezza che un tempo fu duro carcere e dove fu rinchiuso il Conte di Cagliostro.
Tra gli edifici di epoca romanica, meritano una visita la Pieve, il Palazzo Mediceo con il Museo di Arte Sacra, la residenza dei Conti Severini-Nardini, il Palazzo Della Rovere, sede del Municipio.

Verucchio

Verucchio

Bandiera arancione del Touring Club Italiano, Verucchio merita una visita per varie ragioni: dal punto di vista culturale, custodisce molte testimonianze di epoca etrusca risalenti al periodo compreso fra il IX e il VI secolo a.C.
Nel Museo Civico Archeologico puoi ammirare i resti delle necropoli attorno al paese portate alla luce durante scavi archeologici.
Di epoca medievale sono, invece, la Rocca, la Pieve Romanica, il Convento Francescano, che la tradizione vuole fondato da San Francesco nel 1213.
A questo si aggiungono i meravigliosi paesaggi circostanti della Valle del Fiume Marecchia.
Il Rimini-Verucchio Golf Club sorge proprio a Villa Verucchio, dunque non c’è occasione migliore di una visita dopo una partita di golf.

Urbino

Urbino

Visitare Urbino (PS) vuol dire tuffarsi nel cuore del rinascimento italiano. Il suo centro storico è Patrimonio UNESCO e non sorprende, visto la mole di monumenti preziosi da vedere.
L’itinerario che ti consiglio parte dalla casa natale del pittore Raffaello Sanzio, in via Raffaello.
Meritano poi una visita il Palazzo Ducale, sede della Galleria Nazionale delle Marche e del Museo Archeologico Lapidario e piazza Rinascimento, con i geroglifici dell’obelisco egizio, uno dei 12 obelischi autentici in Italia. Da vedere anche il Parco della Resistenza dominato dalla Fortezza Albornoz, che ospita il Museo delle Armi. Qui è davvero piacevole rilassarsi sul prato e godere della bella vista sulla città di Urbino.

San Marino

San Marino

San Marino è la più antica Repubblica d’Europa ed è stata dichiarata assieme al Monte Titano, Patrimonio dell’Umanità.
A breve distanza dalla Riviera Adriatica, la “Terra della Libertà” è visitata in qualunque periodo dell’anno da centinaia di turisti di tutto il mondo per il suo fascino senza tempo. Il simbolo della città-stato sono le sue tre torri che svettano imponenti.
Tra le caratteristiche viuzze colorate di negozi di souvenir, meritano una visita le chiese ed i monasteri, come quello di Santa Chiara e la Chiesa di San Francesco, i palazzi, le piazze Piazza della Libertà, da cui la vista su tutta la valle è incantevole, i musei ed i teatri, come l’antico Teatro Titano, la Biblioteca e l’Archivio di Stato.

Gradara

Gradara

Il borgo fortificato di Gradara (PU) al confine tra Marche e Romagna, è una delle strutture medioevali meglio conservate d’Italia ed una delle mete culturali più interessanti d’Italia.
Lo confermano i vari riconoscimenti: Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, e inserita fra i “Borghi più belli d’Italia” e definita “Capitale del Medioevo”.
Al suo bel castello, visitabile assieme alle torri e alla cinta muraria, è legata leggenda narrata da Dante nel V canto dell’Inferno, quella dell’amore contrastato dei due innamorati Paolo e Francesca.
La posizione in cui sorge Gradara è molto bella, un territorio circondato da ulivi e vigneti che vanta una interessante tradizione culinaria da scoprire nelle tipiche trattorie del borgo.

Loreto

Loreto

Inserita nella splendida Riviera del Conero, Loreto (AN) è famosa per il Santuario della Santa Casa dedicata alla Vergine Maria, che fa della località la meta di pellegrinaggi da tutto il mondo.
Il santuario custodisce, infatti, la casa nazarena della Madonna dove la Vergine nacque, visse e ricevette l’Annunciazione.
Proprio nella nicchia del Santuario si venera la statua della Vergine Lauretana (una copia, quella originaria del XIV secolo fu distrutta in un incendio nel 1921). All’interno del Santuario ci sono poi preziosi dipinti votivi del XIV secolo e alcuni complessi scultorei monumentali tra i più importanti del Rinascimento italiano.
Tra gli aspetti meno noti del Santuario ci sono i Camminamenti di Ronda, che ne fanno uno dei rari edifici italiani adibiti a basilica-fortezza.

Recanati

Recanati

Recanati (MC) colpisce il turista per la sua posizione, immersa in una pace quasi surreale, non a caso la cittadina è detta “tipica città balcone”, per l’ampio panorama che vi si scorge.
Di sicuro Recanati lega il suo nome a quello di Giacomo Leopardi e della sua poesia: qui puoi visitare la sua casa nataleCasa Leopardi” e passeggiare lungo il Colle dell’Infinito (la sommità del Monte Tabor) da cui ammirare uno splendido panorama della campagna che ha ispirato il poeta in uno dei suoi poemi.
Tra gli latri edifici da non perdere, c’è senza dubbio il Museo Beniamino Gigli all’interno del Teatro Persiani, uno dei cantanti lirici più amati dal pubblico, il cui allestimento è stato curato dal regista Gabris Ferrari, docente dell’Accademia di Venezia.

Sirolo e Numana

Sirolo e Numana

Nel cuore della Riviera del Conero sorgono Sirolo e Numana, due località balneari famose per la bellezza delle spiagge e la limpidezza delle acque.
Sirolo, considerata “Perla dell’Adriatico” e Bandiera blu d’Europa, è un tipico paesino medioevale (abitato fin dalla preistoria) caratterizzato da spiagge selvagge, grotte, rocce bianche ricoperte di pinete che sembrano tuffarsi nelle acque trasparenti. Tra le più famose c’è la spiaggia delle Due Sorelle (i faraglioni che sbucano dal mare cristallino) raggiungibile solo via mare con barconi che partono dal porticciolo di Numana.
Numana, anch’essa Bandiera Blu d’Europa ed antico porto piceno del V secolo a. C., è meta ideale per alternare i bagni di sole e di mare al verde della natura selvaggia del Parco del Conero.